Ormai la fotografia con la pellicola è stata quasi completamente sostituita con il digitale e dai programmi di  fotoritocco, i filtri hanno perso un po’ della loro magia e nella vita dei  fotografi, sono entrati di prepotenza  cursori, pulsanti e sensori. E’ per questo motivo che le nuove generazioni di fotografi, pensano che i filtri servano solo per proteggere la lente dell’obiettivo dagli urti e dai raggi ultravioletti. Invece i filtri. anche nell’era digitale, riservano ancora un grande potenziale per rendere migliori le nostre fotografie. Come filtro il polarizzatore emerge su tutti e, anche se qualcuno dei suoi effetti può essere  replicato al computer in post-produzione e in  “camera raw”. Però è altrettanto vero che ci sono sono effetti e risultati che non si possono raggiungere senza questo filtro, come l’eliminazione dei riflessi e la saturazione dei colori.

Il filtro polarizzatore possiamo sceglierlo  rotondo, che si può avvitare sulla parte anteriore dell’ottica, o quadrato a lastra che può essere inserito in un apposito  portafiltri. I filtri a lastra si adattano a svariati obiettivi e posso essere adoperati con più facilità sui grandangoli.

I filtri a vite, come accennato, si avvitano sulla filettatura frontale dell’  obiettivo senza pregiudicarne la maneggevolezza e consentono il normale utilizzo del paraluce. Possono tranquillamente essere montati in serie (uno sull’altro) permettendoci diverse combinazioni ma bisogna stare attenti a non esagerare con lo spessore perché potremmo rischiare di inquadrarne il bordo e “vignettare” il fotogramma, specialmente sui grandangoli.
Il grosso limite dei filtri a vite è che hanno un diametro fisso e quindi se cambiamo obiettivo, ed il diametro non corrisponde, il filtro non è più utilizzabile. Esistono degli anelli adattatori (da filtro grande ad attacco piccolo) ma sono scomodi e pregiudicano l’utilizzo del paraluce.

I filtri quadrati a lastra sono in genere meno conosciuti e considerati molto più specialistici di quello che non sono nella realtà. Potrebbero essere anche utilizzati a mano, tenuti davanti all’obiettivo, ma per un uso più pratico ed efficace vengono inseriti in un porta filtri che si monta davanti all’obiettivo tramite un anello adattatore.
Tenendo presente quello che abbiamo illustrato sui filtri  a vite, nel caso di sostituzione dell’ obiettivo, sarà sufficiente cambiare il solo anello adattatore mentre tutto il resto del sistema (filtri e porta filtri) resterà lo stesso.

Il filtro polarizzatore è il filtro per antonomasia, il più ricercato e usato da ogni fotografo anche se non lo conosce a fondo. per cui non lo usa o non ne sente la necessità per il genere  di foto che fa.
Il polarizzatore riesce come per incanto a bloccare la luce riflessa dalle superfici come vetro o acqua saturando i  colori e permettendo di vedere attraverso la superficie. Consente  anche di rendere il cielo più blu  assorbendo la luce riflessa dal vapore acqueo presente nell’aria.

Il filtro polarizzatore è il solo filtro che non possiamo  applicare in post produzione, sono di due tipi, circolare e lineare. Le prerogative estetiche e funzionali sono  simili, divergono solo  nel modo in cui agiscono sulle lunghezze d’onda e, senza inoltrarsi  in tecnicismi, l’utilizzo del filtro polarizzatore circolare crea meno  problemi agli esposimetri delle moderne.

Usato in prevalenza nel formato rotondo per la sua praticità, questa  versione a vite  è composto da due parti: quella posteriore, che si avvita sull’obiettivo e quella anteriore, che ruota liberamente a 360 gradi in modo che è possibile  trovare l’effetto desiderato.

Il massimo effetto polarizzante si ottiene quando la luce è laterale rispetto al punto di ripresa e, poiché le condizioni di luce variano da scatto a scatto, il filtro polarizzatore va regolato (ruotandolo) per ottenere l’effetto di assorbimento desiderato.
Da tenere presente che, proprio per questo suo funzionamento, l’utilizzo del polarizzatore con obiettivi che hanno la lente frontale che ruota durante la messa a fuoco, risulta molto scomodo.

Un altro limite del polarizzatore, dovuto sempre alle sue caratteristiche intrinseche, emerge nell’utilizzo delle ottiche grandangolari spinte che, avendo un campo visivo particolarmente ampio (>90°), non permettono un effetto polarizzante omogeneo su tutta la scena inquadrata perché l’incidenza della luce varia significativamente da un lato all’altro del fotogramma.

DiLicio

Licio Macelloni fotografo dal 1968. Nei primi anni ‘80 è di frequente a Milano dove vive l’ambiente culturale di Brera tra pittori e artisti fotografi quali: Ugo Mulas, Mario Giacomelli, Uliano Lucas, Gianni Berengo Gardin, Mimmo Jodice, Fulvio Roiter, Ando Gilardi… Alla galleria fotografica Diaframma/Canon conosce e ha rapporti di amicizia con Lanfranco Colombo. Dopo aver partecipato a diverse mostre fotografiche nazionali e internazionali, dove ottiene lusinghieri riconoscimenti anche come migliore autore, apre uno studio/galleria fotografica nel centro storico di Grosseto, la “Fotocamera”; dove allestisce mostre fotografiche di artisti nazionali e internazionali, alternate ad esposizioni di giovani autori. Nel ‘83, espone insieme a Mario Giacomelli alla Charalton Art Gallery di San Antonio in Texas e nella Death Valley in California.

839 pensiero su “Il filtro polarizzatore ha ancora ragione di essere utilizzato nell’era del digitale?”
  1. Hey,

    The moment we’ve all been waiting for is finally here – GoBuildr is now LIVE! 🎉

    🌐 Create ultra-lightning-fast websites, sales funnels, eCommerce stores, and more in less than 60 seconds, with just a keyword!

    🚀 Say goodbye to the limitations of traditional page builders. GoBuildr combines the functionality of 16 different tools into one powerful app, supercharged with AI-assisted technology.

    ⇒ Click Here To Checkout Demo https://ext-opp.com/GoBuildr

  2. Hey,

    The moment we’ve all been waiting for is finally here – GoBuildr is now LIVE! 🎉

    🌐 Create ultra-lightning-fast websites, sales funnels, eCommerce stores, and more in less than 60 seconds, with just a keyword!

    🚀 Say goodbye to the limitations of traditional page builders. GoBuildr combines the functionality of 16 different tools into one powerful app, supercharged with AI-assisted technology.

    ⇒ Click Here To Checkout Demo https://ext-opp.com/GoBuildr

  3. Modern Talking был немецким дуэтом, сформированным в 1984 году. Он стал одним из самых ярких представителей евродиско и популярен благодаря своему неповторимому звучанию. Лучшие песни включают “You’re My Heart, You’re My Soul”, “Brother Louie”, “Cheri, Cheri Lady” и “Geronimo’s Cadillac”. Их музыка оставила неизгладимый след в истории поп-музыки, захватывая слушателей своими заразительными мелодиями и запоминающимися текстами. Modern Talking продолжает быть популярным и в наши дни, оставаясь одним из символов эпохи диско. Музыка 2024 года слушать онлайн и скачать бесплатно mp3.

  4. He Got 256,354 Free Views With AI…

    Can you believe it?

    People spend thousands of dollars to get that kind of result…

    My friend Kundan just did it for free…

    He only used his new app… AI ScreenSnap…

    It’s the world’s first AI app that can generate videos with the power of Video-Exclusive AI Engine…

    That can edit, record, and generate videos with just a few clicks… with zero experience…

    Click here now and watch AI ScreenSnap in action https://ext-opp.com/AIScreenSnap

  5. Новогодние Песни 2024 – Виктория Дайнеко И Корни – Ну А Он Уже Наступает В Нашу Жизнь Новый Год Вступает скачать песню в mp3 и слушать онлайн бесплатно
    Новогодние Песни 2024 – Виктория Дайнеко И Корни – Ну А Он Уже Наступает В Нашу Жизнь Новый Год Вступает

  6. Elevate Learning Adventures with The Story Shack!

    A library of 200+ high-quality books tailored to the school curriculum.
    StoryShack’s Build a Book bundle features word searches, quizzes, creative coloring pages, high-quality images, and top SEO keywords.
    StoryShack’s StoryCraft Pro bundle includes the “Melody Minds Library” with 350+ music tracks and “AnimateMasters Pro,” offering 30+ categories of animations.
    And as if that’s not enough, here are the MEGA BONUSES:

    ✔ 100+ Mega Mazes Pack
    ✔ 100+ Sudoku Elements Pack
    ✔ 100+ Comic Book Template Pack
    ✔ 100+ Handwriting Practice Template Pack
    ✔ 100+ Kids Story Book Templates
    ✔ Canva Book Templates
    ✔ Additional beautiful content like journal prompts
    ✔ INCLUDED: The Ultimate Workbook

    Click https://ext-opp.com/StoryShack to explore The Story Shack e-Learning Collection and seize the opportunity for multiplied income!

  7. Elevate Learning Adventures with The Story Shack!

    A library of 200+ high-quality books tailored to the school curriculum.
    StoryShack’s Build a Book bundle features word searches, quizzes, creative coloring pages, high-quality images, and top SEO keywords.
    StoryShack’s StoryCraft Pro bundle includes the “Melody Minds Library” with 350+ music tracks and “AnimateMasters Pro,” offering 30+ categories of animations.
    And as if that’s not enough, here are the MEGA BONUSES:

    ✔ 100+ Mega Mazes Pack
    ✔ 100+ Sudoku Elements Pack
    ✔ 100+ Comic Book Template Pack
    ✔ 100+ Handwriting Practice Template Pack
    ✔ 100+ Kids Story Book Templates
    ✔ Canva Book Templates
    ✔ Additional beautiful content like journal prompts
    ✔ INCLUDED: The Ultimate Workbook

    Click https://ext-opp.com/StoryShack to explore The Story Shack e-Learning Collection and seize the opportunity for multiplied income!

  8. Українські Народні Пісні – Гоп- Стоп Канада Старих Баб Не Надо, Молодих Давайте, А Ви Хлопці Грайте скачать песню бесплатно на телефон и слушать онлайн в mp3
    Українські Народні Пісні – Гоп- Стоп Канада Старих Баб Не Надо, Молодих Давайте, А Ви Хлопці Грайте