DestinationTravel Guide

Scorci di mare

 licio Modifica

Oggi il mare mugghia con tutta la sua forza ed così irruente come se volesse sconquassare il mondo: il vento fa rotolare le onde fitte fitte di schiuma bianca e i cavalloni sono così alti che sembrano sfiorare le verdi chiome dei pini del tombolo. Una distesa tumoltuosa che mette timore e i pochi bagnanti si acquattano al riparo delle dune. Il mare oggi non è il solito tripudio di colori, di forme e balenìo di luci che scaldano la pelle. Il mare, il paradiso che ha dato la vita ad ogni essere vivente, oggi è adirato, bisogna ascoltarlo, cercando con tutte le nostre forze di ricondurlo al suo straordinario equilibrio naturale. Correggiamo gli errori e gli scempi che la nostra società consumistica ha protratto specialmente in questi ultimi decenni. Il mare è la nostra gioia, ci da calore, salute e soprattutto sussistenza. è stato ed ancora lo è, conoscenza e incontro di grandi culture, è il mito che ci accomuna, bisogna amarlo e proteggerlo. Da tempo è malato, dobbiamo convincerci che non è una fonte infinita di risorse e non è, neanche, una pattumiera in grado di smaltire qualsiasi tipo di sostanza. Abbiamo la responsabilità civile di contribuire alla sua salvaguardia, perchè questo scrigno pieno di risorse, continui a vivere e a donarci le sue energie vitali.