[et_pb_section fb_built=”1″ admin_label=”section” _builder_version=”3.22″][et_pb_row admin_label=”row” _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text admin_label=”Text” _builder_version=”3.27.4″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”]

Destination

Cavalli bianchi di Camargue

 licio Modifica

La razza Camargue è un cavallo rustico e resistente, viene usato sia per la sella che per la soma. Di taglia piccola, l’altezza al garrese è di 1,35 e 1,50 metri, ma nonostante ciò non è considerato un pony (che solitamente non è piu alto di 149 centimetri) ma un cavallo. Pesa tra i 300 e i 500 kg. Nasce baio scuro o morello e solo in età adulta diventa completamente grigio. Il mantello caratteristico è il grigio, mentre il baio è molto raro. La testa è un po’ grande, con ganasce pronunciate, la fronte è larga, le orecchie corte ma larghe, gli occhi grandi ed espressivi. Il collo è piuttosto corto e muscoloso, largo alla base con criniera ricca ma irsuta. Il garrese è piuttosto pronunciato, la linea dorso-lombare è dritta, le reni sono piuttosto lunghe e i fianchi sviluppati. La groppa è obliqua, la coda folta e fluente, il torace è ampio, la spalla dritta e piuttosto corta. Gli arti sono solidi, con articolazioni asciutte, avambracci e gambe lunghi, zoccoli forniti di unghie resistenti. Le zampe sono molto robuste e corte per resistere all’umidità visto che sono costantemente a bagno negli acquitrini.
Il mantello dei cavalli giovani è nero, per proteggersi dai raggi solari e mimetizzarsi meglio con il terreno; quando raggiungono l’età adulta, circa 4 anni, il loro mantello cambia di colore assumendo il tipico colore grigiastro. Con il passare del tempo il cavallo della Camargue si è adattato a vivere in un ambiente relativamente inospitale e a convivere con il toro della Camargue, questo lo porta anche ad aggredire il toro. La classica testa grossa di questo cavallo consente di proteggere il corpo dal forte vento che proviene dal nord il maestrale o in francese Mistral.

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]