Dalla sua invenzione la fotografia racconta la storia dell’uomo e definisce in modo categorico il nostro modo di stare al mondo.
La fotografia, da quando è nata  è sempre in movimento e si è  aggiornata alle varie epoche. In ogni periodo storico ha documentato eventi, guerre,  personaggi, stili di vita.  Non si è fermata mai ed è diventata la memoria del genere umano.  La gente raffigurata in istantanee ingiallite  ci guarda e ci rammenta la storia dei secoli scorsi. La Fotografia
oltre a ricordarci i volti dei protagonisti di un’epoca, mostra, attraverso il succedersi del tempo e dei luoghi, le vicende e i cambiamenti storico-politici del passato e quelli attuali.
Se si potessero visionare una dietro l’altra tutte le fotografie scattate dal giorno della sua nascita si avrebbe la consapevolezza di quanto la Fotografia metta in relazione  l’essere umano con il suo vissuto e con emozioni, drammi e storie non più ripetibili e   che altrimenti sarebbero cancellati dalla memoria collettiva.
Fotografare infatti, equivale a catturare quella immagine, quell’attimo che non sarà mai replicato, e renderlo visibile per sempre.